IL RUOLO SPECIALE DEI SUONI VOCALICI E ALCUNE SEQUENZE IN SUONOTERAPIA

 

 

Fin dalle più antiche civiltà umane vennero scoperti la forza e il potere curativo dei singoli suoni e di alcune sequenze di suoni pronunciati dalla nostra voce. Questa pratica di Suonoterapia ha ricevuto particolare attenzione, tanto da essere ancora tutt’ora utilizzata, sia in India che in Cina.

Se consideriamo i suoni di guarigione e combinazioni di suoni dal punto di vista della musicoterapia, ossia, non tanto nei termini della loro espressione, ma nei termini del loro parlare, tenendo conto delle raccomandazioni delle scoperte della scienza moderna  in questo particolare settore di Suonoterapia il risultato sarà il seguente:

 

SUONI VOCALICI (tranne il suono “E”):

 

А – rimuove eventuali spasmi, guarisce il cuore e la cistifellea;

I – aiuta gli occhi, orecchie, piccolo intestino, stimola l’attività del cuore, ” pulisce ” il naso;

О – rivitalizza l’attività del pancreas, aiuta ad eliminare i problemi di cuore;

U– migliora la respirazione, stimola e armonizza il funzionamento dei reni, della vescica, della prostata (negli uomini), utero e ovaie (nelle donne);

I gutturale – aiuta le orecchie, migliora la respirazione;

È – migliora il funzionamento del cervello.

 

COMBINAZIONI DI SUONI:

 

ОМ – abbassa la pressione sanguigna;

АH, PА – riduce il dolore del cuore;

АP, АМ, АТ, IТ, UТ – corregge i difetti della pronuncia;

UKH, ОKH, АKH (UH, ОH, АH per chi ha difficoltà di pronunciare il suono KH) – stimola l’emissione di sostanze di scarto dal corpo e di energia negativa;

 

NELL’ANTICA QIGONG TERAPIA CINESE:

 

SIUH – per il trattamento del fegato,  strabuzzate gli occhi (è ben noto che gli occhi sono le finestre del fegato), e lentamente espirate con la combinazione del suono;

SI (I gutturale )  quando si tratta il polmone alzate le mani palmi in su, espirando pronunciate la  combinazione di suoni 

  – guarisce il cuore attraverso l’espirazione del suono che viene effettuata con la bocca spalancata;

SI  viene pronunciato per il trattamento della colecisti (in questo caso la persona deve mettersi sulla schiena o sul lato);

CHUIH – reni sono trattati espirando la combinazione dei suoni, allo stesso tempo cingere con le braccia  le ginocchia e tenendo la testa dritta;

KHU (o HU a chi non sa pronunciare) – espirare, la combinazione del suono da un effetto positivo sulla milza;

KHÈ (o HÈ ) – pronunciate queste lettere per il trattamento delle malattie oncologiche di qualsiasi tipo (Dovreste mettere entrambe le mani sull’organo malato: la mano sinistra viene premuto al corpo, mentre la mano destra è posto sulla sommità della sinistra).

 

Nota.  E’ scientificamente dimostrato il potere curativo di alcuni enunciati e certi suoni consonanti, (forse qualcuno avrà maggiore vantaggio nel cantarlo):

V, N, М – migliora il funzionamento del cervello;

К, SH – curano le orecchie;

KH – libera l’organismo dalle sostanze di scarto e l’energia negativa, migliora la respirazione;

CH migliora la respirazione;

S – cura l’intestino, il cuore, i polmoni;

M – tratta le malattie del cuore;

SH  – tratta il fegato

 

Secondo le concezioni dell’antica medicina orientale, cuore e intestino tenue sono corpi energeticamente interconnessi (così come il colon e  il polmone; occhi, orecchie, naso e gola; testa e la colonna vertebrale; del fegato e gli occhi …) È per questo che i medici d’Oriente sostengono che tali organi “adiacenti” si possano curare con gli stessi suoni.

Comunicazione della voce umana, così come qualsiasi suono, con i centri nervosi del corpo umano erano conosciuti nell’antichità (in particolare, ampiamente è stato utilizzato nella pratica medica Orientale). Ma oggi è stato accertata  la grande importanza e l’intensità е il tono della pronuncia dei suoni. Ad esempio, media e bassa questa intensità deve essere usata al trattamento delle malattie del cardiache e dei polmoni, più alta – nel trattamento degli organi della cavità addominale.

ATTENZIONE! Per migliorare gli effetti terapeutici dei suoni (combinazioni di suoni) pronunciati o “parlati in cantilena “, i specialisti consigliano di mettere la mano sulla zona del corpo, dove il organo o il sistema che sta esporsi alla Suonoterapia e immaginare quel organo sano e sta funzionando attivamente.

                                        Suonoterapia                            Corso “L’ABC dela voce”

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Confirm that you are not a bot - select a man with raised hand:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: